Pasqua diversa: 10 esperienze tra natura e città

pasqua diversa bologna

Se è vero il detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, eccovi servite 10 esperienze autentiche perfette per una Pasqua diversa!

Roma: la Dolce Vita col naso all’insù

Il classico dei classici, tanto da dire che “non è Pasqua, se non fai un salto a Roma”. Ma d’altra parte, come dire il contrario! Roma è stupenda, soprattutto se riscaldata dai primi soli tiepidi di primavera. Dall’Aventino al Velabro, da Rione Monti al Colosseo, dall’Isola Tiberina a Trastevere, queste sono le migliori passeggiate, da affrontare con tutta la calma del mondo, con un gelato in mano, per cogliere ogni sfumatura di quei mattoni che nascondono centinaia di anni di storia.

La via Francigena: da Bolsena fino a Siena e Lucca

Da Roma a Canterbury, taglia in due l’Europa per 1600 chilometri, la Via Francigena è percorsa in lungo e in largo da pellegrini e viaggiatori da oltre 1000 anni e dal 1994 fa parte degli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa, insieme al Cammino di Santiago de Compostela. Da Bolsena attraverso la Val d’Orca fino a Siena e Lucca, è possibile in pochi giorni percorrere uno degli itinerari più sbalorditivi d’Italia.

Bologna, un cin cin sotto le torri

Dalla famosa fontana del Nettuno per addentrarsi nella bellissima Piazza Maggiore, dove si affacciano edifici simbolo come la basilica di S. Petrolio. Passeggiate tra i caratteristici vicoli pieni di colori e sapori del Mercato di Mezzo, per giungere poi ai piedi delle due torri più famose di Bologna, Torre Garisenda e Torre degli Asinelli. E per concludere in bellezza una giornata passata sotto i portici, sarà necessario fare un cin cin in uno degli storici locali nel cuore della città.

Il Parco Nazionale della Sila: una Pasqua diversa in Calabria

Se avete voglia di spingervi fino all’estremo dello stivale, una Pasqua fuori dalle solite rotte deve toccare il più vecchio parco nazionale della Calabria: la Sila. Per scoprire le sue vallate e i suoi panorami, a seconda del tempo è possibile prevedere escursioni insieme ai nostri Tripser nell’Alta Valle di Tacina o risalire il Fiume Crocchio per ammirare le gole naturali che si formano lungo il suo corso.

pasqua diversa sila

Circondati dai profumi di spezie tra i colori dell’Arneo

Da Copertino per scoprire le bellezze del Sud della Puglia, in particolare l’Area Naturale Protetta di Arneo. Timo, origano, mirto e rosmarino delizieranno il vostro olfatto e i prodotti locali delle masserie il vostro palato. Una grande pineta di oltre 300 ettari incornicia le acque del Mar Ionio grazie a una delle 10 spiagge più belle d’Italia.

Alpi Apuane, all’ombra delle cime di marmo

Un po’ di trekking è quello che ci vuole per la nostra Pasqua diversa. Le candide cime delle Alpi Apuane colpiscono da sempre i viaggiatori. Godete delle viste e ripercorrete i sentieri dei celebri poeti romantici che furono abbagliati dall’energia di queste magiche montagne fatte di marmo. Alpeggi millenari, torrenti e cime per giungere ad un passo dove il mare si apre infinito sotto di noi, luccicante sotto il sole mediterraneo.

Padova: la street art che non ti aspetti

Padova è culla di antiche tradizioni e nuovi trend. Nel cuore del centro storico ci si immerge lentamente nel brulichio del ghetto tra osterie, enoteche e bar alla ricerca dei famosi murales di Kenny Random, artista padovano che ha colorato la città con divertenti personaggi nei luoghi più insoliti.

pasqua diversa padova

Mare di fuori: l’altra faccia di Stintino

Stintino, “mare di fuori”.  Immergetevi nella natura e vi mostrerò l’altra faccia di Stintino. Per staccare dalla frenesia quotidiana, il medico consiglia le falesie a picco sul mare aperto, i paesaggi mozzafiato di Capo Falcone e Valle della Luna, la costa occidentale da Punta su Turrioni.

Collio: i longobardi alla conquista dell’Italia

Il territorio del Collio/Brda è situato al confine tra Italia e Slovenia ed è particolarmente ricco di piccole aziende agricole che producono ottimi vini bianchi. Oltrepassando le antiche linee di guerra, camminando all’interno delle trincee si può arrivare a Cividale, insediamento longobardo ricchissimo di scorci suggestivi, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2011.

La Riviera del <brenta: la porta per Venezia

Il Naviglio del Brenta è considerato il prolungamento ideale del Canal Grande di Venezia, nelle sue rive si estende un’area ricca di storia, arte, natura e cultura dell’entroterra veneziano. Con un’emozionante escursione in battello di circa 30 minuti vi regalerete un incantevole scenario della laguna veneziana, fino ad arrivare al centro storico di Venezia, direttamente dall’acqua attraverso la porta storica della laguna.

Nessun Commento

I commenti sono al momento disabilitati.